Lo pensano già in molti: la stampa 3D, a Palermo in uso e in via di affermazione ovunque, è destinata a rivoluzionare il mondo del lavoro. Lo dichiara anche Obama! Ci sono delle figure che saranno sempre più richieste grazie a questo procedimento che fino a non molto tempo fa sarebbe sembrato futuribile.

Una delle professioni “in ascesa” in tal senso è quella di designer. Sarà importante tenersi aggiornati sulle tecnologie e sulla loro diffusione presso le aziende. Fondamentali, quindi, saranno pure gli esperti di Computer-Aided Drafting (o CAD), coloro che sono in grado di programmare le azioni dei macchinari in base ai materiali utilizzati, le proporzioni, le forme. È fortemente probabile, a seguire, il coinvolgimento di operatori del settore della moda e dei gioielli, dato che i capi di abbigliamento e i preziosi saranno particolarmente gettonati in quest’ambito.

Altro campo assolutamente da considerare – qui abbiamo già avuto modo di portare qualche esempio – è quello medico. Tante protesi verranno costruite con questo metodo, quindi chi ha avuto modo di adattare il proprio sapere ingegneristico o modellistico alle esigenze della scienza della salute sarà senz’altro il benvenuto.

È chiaro che in materia edilizia gli architetti troveranno a loro volta pane per i loro denti. Ma le nuove tecniche dovranno essere insegnate da un punto di vista economico; per questo verranno chiamati dei professori ad analizzare i possibili sbocchi di mercato. Un orizzonte che interessa il settore amministrativo (per comunicare, vendere e contabilizzare).

Ed ecco quindi che si profila uno spazio apposito perfino per gli avvocati, che dovranno tutelare – in un mondo “pirata” – i vari copyright. Naturalmente, i creativi sono bene accetti; e attraverso la personalizzazione dei servizi, si possono configurare le prime ipotesi di franchising. Buone prospettive, no?

Leave a comment