Si scaldano i motori per la quindicesima edizione del concorso di fotografia a Palermo, o più esattamente a Castelbuono, dedicato alla memoria di Enzo La Grua, al quale s’ispira pure l’omonima associazione culturale di cui si occupa Vincenzo Cucco, tra l’altro presidente della giuria di intenditori.

Un premio pensato per i giovani, che sarà assegnato ad agosto, con una visibilità dal 18 al 24; è già possibile iscriversi, fino al 6 luglio. Il materiale va spedito o consegnato di persona alla Pro Loco in piazza Margherita (CAP 90013), tel. 0921.673467, oppure 389.6893810; in alternativa, si può portare a mano allo Studio Foto Ferrara di Palermo (via dell’Orsa Maggiore 44, tel. 091.6477712 o 328.6195255). C’è anche un sito: www.fotoconcorsolagrua.it.

Ormai punto di riferimento per tutta Italia, la competizione artistica si presenta con eleganza. La suggestiva location scelta e “arredata” dal direttore artistico Massimiliano La Grua è la chiesa del SS. Crocifisso (corso Umberto I). Tanto che gli sponsor, istituzionali (come il Comune, la Regione, l’Università) e non (banche, ristoranti, esercizi commerciali), quasi gareggiano nell’appoggiare la manifestazione.

Le foto si distinguono in due tipologie, bianco e nero e colore, per due temi portanti che le contengono entrambe: uno libero (4 immagini al massimo, cioè 2 col. + 2 b/n), l’altro intitolato Radici (stessa soglia); c’è poi un’ulteriore traccia, Castelbuono oggi, per la quale non ci sono categorie “cromatiche”, e si possono iscrivere 2 opere. Nessun limite al “professionismo”, invece, per partecipare: l’importante è che le dimensioni rispettino il formato 24×36.

Ai primi tre classificati e a eventuali altri menzionati andranno coppe, targhe e denaro. La premiazione è prevista sabato 23, nel Chiostro di san Francesco, con tanto di spettacolo teatrale della compagnia Fiori di Carta. Interessante, no?

Leave a comment