Quelli che amano la fotografia a Palermo probabilmente non si lasceranno sfuggire la breve esposizione a ingresso libero intitolata Arcadia, visibile al Superflash Store di piazza Castelnuovo dalle 14 alle 19, da lunedì 24 a venerdì 28 marzo. Ne è autore Domenico Guddo, che potremmo definire un artista completo, dato che oltre a essere un fotografo è pure un violoncellista. Quindi le scelte dei suoi soggetti e di ciò che sta loro intorno potrebbero tranquillamente (e con ragione) essere definite delle autentiche “composizioni”, frutto di un’emozione da trasmettere all’osservatore e al visitatore.

Classe 1966, Domenico ha scelto di trasporre attraverso i suoi scatti le personali sensazioni che la Sicilia, sua terra d’origine, gli comunica. E ha deciso di farlo mettendo in relazione i soggetti in primo piano con i paesaggi circostanti. Dunque, bestie e umani all’interno dei loro habitat naturali. Un connubio frequentatissimo che, in base all’abilità di un autore, in questo caso sicuramente sensibile e di talento, non può fallire. Ma un momento: gli sfondi sono spontanei, veri, eppure corrosi dal trascorrere degli anni, sciupati, contaminati.

La tecnica di Guddo si può manifestare dunque attraverso i particolari, nonché mediante la scelta di tagli e angolazioni discendenti dall’esperienza e dall’istinto. Alcuni conoscitori, in Italia e perfino fuori, se ne sono già accorti, inserendo le sue immagini nelle loro collezioni private. Insomma, gratifiche mondiali. Ce n’è abbastanza per suscitare della curiosità, non credete?

Leave a comment