Se siete di/a Milano o passate da lì entro il prossimo 16 giugno, sappiate che è in pieno svolgimento (dagli ultimi giorni di aprile) l’ottava edizione di Photofestival, che vede annualmente il capoluogo lombardo al centro di una fantastica kermesse sulla fotografia sparsa per luoghi d’eccellenza.

Infatti, oltre che nelle gallerie, deputate per vocazione a ospitare mostre di scatti d’autore, sarà possibile ammirare ritratti, paesaggi, nature morte, esperimenti, reportage e dettagli anche negli storici palazzi cittadini (Giureconsulti, Turati, Bovara, Castiglioni) appositamente pensati per accogliere il materiale, nonché nelle biblioteche e nei musei.

E il bello è che questa manifestazione, aperta a curiosi e conoscitori (l’ingresso è gratuito dappertutto, tranne che per l’esposizione al museo Bagatti Valsecchi), abbraccia tutto il territorio, dal centro alle periferie. Tante mostre ramificate, 150 addirittura (un record!), qualcuna adibita apposta per l’evento, incentrate su noti professionisti o giovani artisti in via di affermazione. I selezionatori sono Riccardo Costantini, Roberto Mutti e Giovanni Pelloso, mentre i sostenitori principali rimangono l’Associazione Italiana Foto-Digital (AIF), la Camera di Commercio e l’Unione Confcommercio milanesi.

StartMilano, dal canto suo, continua a garantire l’adesione della maggior parte delle gallerie. Fra le partnership, inoltre, c’è da segnalare la new entry di Photographers.it, famoso portale che è da tempo un punto di riferimento per i fotografi. Fra le novità di questo giro, i Photographers Days by Photofestival, fra lezioni, seminari, workshop, incontri. Insomma, si accede con un certo grado di competenza e si esce arricchiti. Allettante, vero?

Leave a comment