Una mostra romana per evidenziare i fecondi rapporti che intercorrono tra le due forme d’arte. Alla Casa dell’Architettura dal 10 luglio al 6 agosto.

Quando si parla di architettura vengono in mente ponti e palazzi. Il progetto denominato La ceramica in architettura, in programma tra maggio e settembre, intende demolire questa nostra limitata visione.

Una prima tappa l’ha segnata, fino alla fine di giugno, l’esposizione di Nino Caruso (fra gli storici fautori, già 40 anni fa, del “3D” del settore), Ceramica, architettura e spazio urbano. Adesso, sempre presso la Casa dell’Architettura di Roma, è la volta di Danilo Trogu e del gruppo 5+1AA.

La materia dei sogni

La materia dei sogni – a sottolineare il connubio tra tecnica e creatività, tra pragmatismo e immaginazione – è il nome di questa nuova sezione, visitabile per circa un mese quest’estate. Esperti e curiosi vi troveranno degli interessanti modelli architettonici, in grado di esaltare lo stretto rapporto che intercorre tra l’arte e l’artigianato e uno studio critico delle costruzioni; senza contare che la ceramica si presta molto pure per le progettazioni.

Un evento, dunque, che fa incontrare gli artisti, i progettisti e perfino gli industriali, nell’ottica di possibili collaborazioni. Infatti, alcune aziende del campo si sono offerte di sponsorizzare l’iniziativa, oltre ovviamente a Cersaie (Salone Internazionale della Ceramica per l’Architettura e dell’Arredobagno) e Confindustria Ceramica. In programma conferenze, dibattiti (annunciata la presenza di Gillo Dorfles) e un workshop, Modellare la forma e lo spazio, tra il pratico e il digitale. Vi sembra interessante? Per saperne di più, www.casadellarchitettura.it.

Articolo tratto da: http://www.abitare.it/it/news/la-ceramica-in-architettura 

Leave a comment