Un progetto moderno che salta subito agli occhi, quello realizzato da Calatrava per l’Università della Florida. Si tiene conto della funzione paesaggistica, puntando anche a impressionare.

Architettura, Calatrava per il Politecnico americano
Fra gli esempi di architettura contemporanea senz’altro il lavoro (in evoluzione) di Santiago Calatrava per il Politecnico della Florida si distinguerà. Soprattutto perché, nella sua struttura svettante, cerca già di rappresentare le aspirazioni alla conoscenza degli studenti.

 

L’imponenza gentile

Una simile costruzione è addolcita da un lago, che la bagna trasversalmente. Esso dà luogo a una splendida vista, sia per chi è all’interno dell’edificio, sia per chi lo osserva da fuori. Non è solo una questione estetica: si tratta di un bacino assolutamente utile per l’irrigazione delle zone verdi del campus, in piena armonia con il rispetto ambientale.

Suddivisioni interne

Il corpus è denominato Innovation, Science and Technology Building ed è situato nella parte nord-ovest dello specchio d’acqua. Ciò gli conferisce una certa “autorevolezza”: infatti, si staglia nella sua grandeur già da lontano, da varie angolazioni. Le auto sono tenute, diciamo così, a distanza, dato che c’è una circonvallazione ellittica (da dove si raggiungono dei parcheggi) che non interseca né i percorsi pedonali né la vegetazione (composta pura da alte palme). L’accesso verso l’interno è permesso solo a veicoli d’emergenza.

Topografia semplice

Ci sono strade percorribili solo a piedi che incrociano gli assi principali. Si forma così una griglia all’interno della quale sono piazzate le sedi accademiche, le segreterie, le residenze, i dormitori. Aule, uffici e tutto il resto distano gli uni dagli altri una decina di minuti al massimo.

Illuminazione naturale

Le classi danno verso l’esterno e godono di luce naturale; i laboratori sono più “protetti” e stanno all’interno. I corridoi sono alti e rischiarati da lucernari. Al centro c’è la Commons, una sorta di aula magna adatta a celebrazioni, riunioni, convegni, spettacoli, mostre circondata dalle sale per i docenti e gli amministratori. A sancire il principio di “democrazia”.
Viene voglia di iscriversi, vero?

L’articolo è tratto da: http://bit.ly/1r09bKH

Leave a comment